Chi siamo

Orchestra “I Filarmonici” di Trento

[ direttivo | organico | repertorio ]

Fin dalla sua fondazione nel 1999, l’Orchestra “I Filarmonici” ha inteso creare uno spazio dedicato ai cultori della musica che desiderino bilanciare lo studio del repertorio e le pubbliche esecuzioni. L’Orchestra e’ costituita da trenta musicisti non professionisti provenienti da vari centri del Trentino, che si ritrovano con cadenza settimanale, presso la Sala della Filarmonica a Trento. L’attività si articola generalmente attorno a tre progetti annuali.

Su queste basi “I Filarmonici” hanno stretto importanti collaborazioni artistiche con altre Associazioni attive sul territorio, facendosi promotori di progetti culturali innovativi, volti a valorizzare le energie creative ed artistiche presenti sul territorio.

Particolare attenzione è stata dedicata alla promozione di giovani solisti che si sono esibiti accompagnati dall’orchestra: tra gli altri si ricordano Federica Marini, Daniele Anderle, Francesca Temporin, Simone Webber, Maristella Patuzzi.

Parallelamente, l’orchestra ha commissionato ed eseguito composizioni originali di numerosi compositori regionali, inserendole all’interno di specifici progetti artistici. Tra gli artisti coinvolti si ricordano Enrico Miaroma, Lucia Palaoro, Maurizio Postai, Edoardo Bruni, Fabio Conti, Marco Mantovani, Roberto Di Marino, Gianfranco Grisi, Nicola Segatta, Sebastiano Evangelista. Tra i progetti più significativi sono da segnalare il progetto “Nuovo Melodramma Popolare – Le Betulle di Satov” (Teatro Sociale 2008), la musicazione del film “Blind Husbands” (Filmfestival della Montagna 2009), il progetto “Liederalia” (Sala Filarmonica – 2011).

Negli anni l’orchestra ha lavorato con importanti formazioni corali attive in Trentino ed in Veneto. Tra le collaborazioni più fruttuose si ricordano quelle con il coro “Anzolim de la Tor” di Riva del Garda (Requiem di Mozart, L’Angelo e la Stella), con il coro Polifonico “Vincenzo Gianferrari” (Requiem di Cherubini, L’Angelo e la Stella), con le “Voci Roveretane” (Messa in Do di Beethoven), con il coro del “Laboratorio Musicale di Ravina” (Messa in Do Maggiore di Beethoven) e con il Coro Grande del “Concentus Musicus Patavinus” (Requiem di Cherubini).

Numerose sono state le collaborazioni artistiche con altre associazioni culturali come la Società Filarmonica di Trento, l’Associazione Organistica Lunelli, la Federazione dei Cori del Trentino, l’Associazione Piuro Cultura, il Concentus Musicus Patavinus, l’Associazone Mozart Italia, l’Associazione Filmfestival della Montagna e il Teatro Goldoni a Livorno.

(04/2015)